RETINOPATIE

Patologie della cornea ce ne sono di diversi tipi:
congenite, traumatiche, infiammatorie oppure legate a malattie enzimatiche del metabolismo.

Sebbene siano più frequenti nell'adulto, nel bambino sono molto più gravi perché qualsiasi tipo di intervento in età infantile va supportato da un'adeguata attività di rieducazione visiva, implicando tempi di recupero più lunghi e maggiori costi sociali.
Inoltre, dato che la vista è il primo canale di apprendimento, quanto più saranno gravi e precoci questi disturbi tanto maggiore sarà la probabilità di avere un ritardo psicomotorio.

Negli ultimi anni l'approccio nei confronti degli occhi del bambino ha registrato una rotta completamente diversa: si a visite ed esami alle prime avvisaglie, anche se in età neonatale, e porta aperta per le stesse metodiche di cura rivelatesi efficaci nell'adulto.

Il Centro per le retinopatie è centro di riferimento regionale per queste patologie che, in bambini prematuri, causano un mancato completamento nello sviluppo, provocando un distacco della retina.
Tra queste malattie vi è la retinopatia del prematuro (ROP), che può colpire i bambini nati pre-termine e che può portare a disturbi della vista che richiedono trattamenti specifici e una sorveglianza medica continua. 
Niguarda è uno dei centri a più alta specializzazione a livello nazionale.
 


Screening

Sono considerati a rischio di retinopatia tutti i prematuri nati sotto le 26 settimane di gestazione oppure di peso inferiore ai 1500g.
In tutti questi neonati il rischio di una non corretta vascolarizzazione dell'occhio espone ad un più alto rischio di distacco della retina.
 


Prima visita

Il primo controllo avviene dopo 4-6 settimane dalla nascita, di solito al letto o all’incubatrice del bambino.
Lo specialista utilizza l’oftalmoscopio indiretto,che indossato come un caschetto aiuta a valutare le condizioni della retina. 

Il centro può avvalersi di una diagnosi più precisa e sicura grazie all'impiego di un avanzata sonda ecografica: la Ret-Cam II.
E’ un'apparecchiatura che permette di visualizzare in tempo reale l'intero fondo oculare del neonato, diagnosticando e monitorando con precisione eventuali patologie della retina. E’ un esame non invasivo: la telecamera della sonda viene appoggiata sull’occhio e le immagini possono essere esaminate su uno schermo ad alta risoluzione. La Ret Cam è dotata anche di fluoroangiografo che consente uno studio dettagliato e preciso delle alterazioni vascolari della retina.

 

Trattamenti

La terapia d'elezione è la laser terapia: un laser a duplicatura di frequenza va a distruggere tutte le zone non vascolarizzate della retina. Preservando il polo posteriore si riesce ad ottenere un'attività visiva normale.
Tra i nuovi sviluppi c’è molta attenzione anche per l’utilizzo dei farmacianti-VEGF (Vascular Endotelial Growth Factor), che bloccano la crescita dei vasi anomali nella retina e che vengono già utilizzati con successo nei pazienti adulti per altre forme di retinopatia. Diversi bambini sono stati sottoposti a questo trattamento nel nostro centro con dei buoni risultati, ma si tratta comunque di una terapia che va riservata a casi selezionati.
 

Oculistica Pediatrica - Degenza

AREA: Nord
PADIGLIONE: Blocco Nord
ALA/SETTORE: E
PIANO: 2
STRUTTURA: Oculistica pediatrica
ORARI DI VISITA

Orario di visita
Tutti i giorni: 11.00-12.00 / 16.00-18.00

Può rimanere in reparto un solo familiare senza limite di orario.
Non è consigliata la visita da parte di altri bambini.
Il familiare che desidera rimanere accanto al bambino sia di giorno che di notte può, con l'autorizzazione del caposala, acquistare i buoni pasto. Per i genitori dei bambini fino ad 1 anno il pasto è gratuito