Davvero l'ananas brucia le calorie?

Alzi la mano chi, dopo un pasto abbondante, non ha sentito la storia dell'ananas brucia-grassi o brucia-calorie? Ma  è davvero così? L'abbiamo chiesto alla dietista.


L'ananas aiuta a bruciare i grassi?

No, si tratta dell'ennesimo falso mito in tema di alimentazione. Probabilmente questa leggenda è legata alla scoperta di una sostanza, la bromelina, che è presente soprattutto nel gambo del frutto. La medicina alternativa ha sempre guardato con interesse a questa sostanza, perché alcuni studi condotti in laboratorio sembravano dimostrare l'azione drenante e stimolante sul metabolismo dei grassi. Si sono così sviluppati dei prodotti anti-obesità


Quindi se mi limito a mangiare il frutto nessuna azione dimagrante?

No, anzi, come per tutti gli alimenti si aggiungono al pasto le calorie del frutto. Va detto, inoltre, che l'ananas, avendo un'origine esotica, non è mai un prodotto di stagione alle nostre latitudini. E il consiglio dei nutrizionisti è sempre quello di preferire frutti locali consumati nella stagione giusta. Proprio perché in questo modo si consuma un prodotto che offre il “meglio di sé”.


L'ananas è un frutto calorico?

No, è nella media, il contributo calorico di 100 g di ananas è più o meno lo stesso di una mela. L'ananas, come il resto della frutta e della verdura, aiuta ad aumentare l'apporto di fibre nella dieta, ma non è particolarmente ricco di vitamine. Insomma è un frutto che va consumato per il piacere del nostro palato e non di certo per l'azione dimagrante, che purtroppo non c'è.


Esistono però degli alimenti a calorie negative, come il sedano. In pratica il nostro corpo impiegherebbe più energie per digerirli rispetto alle calorie rilasciate?

Qualche tempo fa abbiamo assistito al diffondersi di queste notizie, anche su media importanti. Ma da quello che risulta alla comunità medico-scientifica non è così. L'unica ricetta vincente per mantenersi in forma è un'alimentazione equilibrata e movimento.   
 

VEDI ANCHE